NEWS E COMUNICAZIONI

Renzo Braus riconfermato alla guida della Federazione dei Corpi Bandistici

IMG_1889.JPG

Sarà ancora Renzo Braus a guidare per i prossimi tre anni la Federazione Corpi Bandistici della Provincia di Trento. La riconferma è venuta sabato 18 aprile nel corso dell'assemblea dei presidenti che rappresentano le novanta bande del Trentino che si sono riuniti per l'assemblea consuntiva per tracciare il bilancio dell'attività del 2014. 

Accanto ai pressanti problemi di risorse finanziarie per far fronte alla formazione dei giovani musicisti in questo momento storico si aggiunge la carenza di nuovi maestri che possano mettersi alla guida musicale dei corpi bandistici sparsi sul territorio. Si dovrà quindi puntare nei prossimi tre anni sulla programmazione di corsi di formazione di orientamento alla direzione di banda, soprattutto a favore di giovani bandisti che vogliono cimentarsi in questo percorso. L'intenzione della Federazione è quella di dare le prime nozioni principali nella direzione di banda, proseguire negli studi e raggiungere delle competenze ben precise, non pensando che dopo soli 3 anni si possano avere delle competenze come direttore di banda.
Renzo Braus ha comunque ricordato l'impegno della Provincia a favore della realtà bandistica trentina. "Dopo tre anni di continui tagli del contributo che la Provincia elargisce, a sostegno dell'attività soprattutto per la formazione bandistica, l'Assessore alla Cultura Tiziano Mellarini ha mantenuto invariato il contributo dell'anno 2014 anche per l'anno 2015. Io credo – ha affermato Braus che questo sia un riconoscimento molto importante per la Federazione dei Corpi Bandisti, credendo nella validità del nostro movimento, in primis sulla formazione musicale un valore molto importante, un volontariato che coinvolge tanti giovani volonterosi di imparare uno strumento musicale per poi integrarsi nelle nostre bande".
 
Le bande trentine guardano da sempre a nord perchè è nei paesi europei che la musica bandistica si presenta nella maniera più elevata. Ora lo si fa ancor più concretamente grazie ai rapporti avviati con la Federazione di Bolzano. E' in questo modo che è nato il "Progetto Euregio", che coinvolge per la prima volta le Federazioni di Trento e Bolzano alle quali poi si è unita anche la Federazione del Tirolo. Il progetto prevede la costituzione di una grande banda composta da 75 elementi dai 16 ai 30 anni, per l'esecuzione di quattro concerti, uno a Trento, uno a Bolzano e due a Innsbruck. 
 
E' infine attiva la collaborazione con il Conservatorio di Trento per seminari con grandi docenti internazionali cui possono partecipare gratuitamente i nostri maestri o bandisti, prospettiva di studiare per diventare direttori di banda.

17 aprile 2015