NEWS E COMUNICAZIONI

UN FLICORNO D'ORO MOLTO PARTECIPATO Ben 45 i complessi iscritti. La manifestazione in programma a Riva del Garda dal 7 al 9 aprile

IMG_6367.JPG

45 bande in gara come non si vedevano da alcuni anni. Sono decisamente positive le attese dell'edizione 2017 del Concorso Bandistico Internazionale "Flicorno d'Oro" in programma a Riva del Garda dal 7 al 9 aprile prossimi.
La Direzione artistica del concorso è affidata ancora una volta al maestro Daniele Carnevali. Presidente della Giuria il belga Norbert Nozy. Gli altri componenti sono Henrie Adams (Olanda), Delio Goncalves (Spagna), Philippe Ferro (Francia), Laszlo Marosi (USA) e Marco Bazzoli e Carlo Pirola (Italia).

Nato nel 1992 con l'intento di offrire un importante momento di confronto tra complessi bandistici internazionali che vedono la partecipazione alla competizione come un'occasione di crescita musicale, il concorso è cresciuto di edizione in edizione sia come numero dei complessi partecipanti sia come prestigio. Attualmente è ritenuto uno dei più importanti in Europa, il secondo dopo il World Music Contest (WMC) di Kerkrade (Olanda). Molte sono le bande che ritornano, indice della qualità del concorso e dell'ottima organizzazione affidata all'omonima Associazione Flicorno d'Oro, presieduta da Tiziano Tarolli, in collaborazione con il Corpo Bandistico di Riva del Garda e la Federazione dei Corpi Bandistici della Provincia di Trento. 
 
Per rendersi conto del prestigio acquisito dal concorso in tanti anni di lavoro è sufficiente scorrere l'elenco dei musicisti che si sono avvicendati quali presidenti e membri di giuria a partire dalla prima edizione. Ci troviamo di fronte a un vero e proprio albo d'oro dei compositori e dei direttori che hanno fatto la storia della banda negli ultimi trent'anni: Henk van Lijnschooten, Serge Lancen, Franco Cesarini, Jo Conjaerts, Fulvio Creux, Hardy Mertens, Carlo Pirola, Jan Van der Roost, Désiré Dondeyne, Johann Mösenbichler, Thomas Briccetti, Johan de Meij, Thomas Doss, Philip Sparke, André Waignein e tanti altri. La competenza e la serietà della giuria sono il presupposto del successo di un concorso. Le bande che partecipano al Flicorno d'Oro sanno di essere giudicate dai più validi esperti del settore e non ritornano a casa con un pezzo di carta di dubbio valore, ma con una valutazione approfondita e obiettiva delle qualità tecniche ed espressive realmente possedute.
 
Visto il gran numero di bande di questa edizione si è deciso di non tenere il tradizionale concerto di apertura ma di dedicare la prima serata di gara alla categoria Superiore. Come si dice... "si parte con il botto" in qualsiasi caso visto sul palco ci saranno i complessi più prestigiosi e blasonati. 
 
Non mancheranno alcuni eventi collaterali riservati a chi si occupa a vario titolo della realtà bandistica. 

29 marzo 2017