NEWS E COMUNICAZIONI

IL FLICORNO D'ORO VA IN SPAGNA. TERZO POSTO A TESERO, QUARTO POSTO A ZAMBANA

IL FLICORNO D'ORO VA IN SPAGNA. TERZO POSTO A TESERO, QUARTO POSTO A ZAMBANA

Viene da Pontevedra, città turistica del nord-ovest della Spagna, nella comunità autonoma della Galizia, la banda che ha vinto la ventunesima edizione del Concorso Bandistico Internazionale "Flicorno d'Oro" di Riva del Garda. La competizione musicale si è conclusa ieri sera (domenica) al Palazzo dei Congressi dopo che per tre giorni 36 complessi bandistici provenienti da tutta Europa si sono sfidati a suon di note. La "Banda Unión Musical de Meaño", diretta da Diego Javier Lorente López, che ha gareggiato nella categoria Superiore, non ha solo vinto il prestigioso trofeo "Flicorno d'Oro" ma può vantare il record del maggior punteggio assoluto ottenuto nella storia del concorso di Riva del Garda, 96,88 punti. Hardy Mertens, presidente della Giuria, è emozionato nel commentare i risultati finali: "Questo complesso è stato fantastico. Non solo hanno suonato con il cervello esprimendo il massimo della tecnica ma quello che mi ha più emozionato è stato il loro cuore e il calore che hanno saputo trasmettere". Per quanto riguarda il Trentino va evidenziato il terzo posto della Banda Sociale "Erminio Deflorian" di Tesero. Da segnalare anche la partecipazione della Banda Sociale di Zambana diretta da Danilo Antolini, giunta al quarto posto in Seconda Categoria. 

La categoria Eccellenza è stata vinta dalla "Banda Sinfonica dell'Umbria". Non è stata la sola banda italiana a salire sul gradino più alto del podio. Il "Gruppo bandistico Pradalunga" ha vinto il primo premio in Terza categoria, l'"Associazione Musicale Setticlavio Castell'Umberto" ha ottenuto lo stesso risultato in Seconda categoria. L'elenco delle bande italiane che si sono classificate al vertice è ancora più lungo. La "Banda Sociale Erminio Deflorian" di Tesero è terza in Prima categoria, il "Corpo Bandistico Dino Fantoni" di Bussolengo e la "Ferrari Schullblaserorchester" di Merano , rispettivamente secondo e terza in Seconda Categoria; l'"Orchestra Fiati Giovanile" di Verona terza in Terza Categoria. 
 
Ancora una volta dunque il podio delle classifiche è frequentato da bande italiane. È il segno di una continua crescita della realtà bandistica del Bel Paese portata avanti da una nuova generazione di musicisti e insegnanti che hanno saputo guardare a quei paesi del Nord Europa e di oltre Oceano dove la tradizione bandistica vanta le massime espressioni. Soddisfatto il Direttore Artistico, Marco Somadossi: "È stata un'edizione dal livello altissimo. Ne sono testimonianza i punteggi assegnati ai complessi, arrivando addirittura al punteggio più alto della storia del concorso. Qui a Riva del Garda si presentano bande di grandissimo valore musicale perchè il "Flicorno d'Oro" è riconosciuto ovunque per la sua serietà e qualità". 
 
Per tre giorni a Riva del Garda sono stati impegnati nel concorso 2.262 bandisti, tra questi 588 con meno di 18 anni. Il Concorso Internazionale Bandistico "Flicorno d'Oro" si conferma così, dal lontano 1992, come un importante momento di confronto tra complessi bandistici internazionali che vedono la partecipazione alla competizione come un'occasione di crescita musicale. Il concorso di Riva del Garda è cresciuto di edizione in edizione sia come numero dei complessi partecipanti sia come prestigio. Attualmente è ritenuto uno dei più importanti in Europa, il secondo dopo il World Music Contest (WMC) di Kerkrade (Olanda). Molte sono le bande che ritornano, indice della qualità del concorso e dell'ottima organizzazione affidata all'omonima Associazione "Flicorno d'Oro", presieduta da Tiziano Tarolli, in collaborazione con il Corpo Bandistico di Riva del Garda e la Federazione dei Corpi Bandistici della Provincia di Trento e Yamaha Music Europe. "Come sempre - afferma il presidente Tarolli - organizzare il concorso è molto impegnativo perchè la logistica è molto complessa però quando si vedono risultati come quelli di quest'anno la soddisfazione finale è altissima". 

13 aprile 2019