CORPO BANDISTICO ALBIANO

CORPO BANDISTICO ALBIANO
Direttore: BRUNI GIOVANNI
Presidente: RAVANELLI DIEGO
Indirizzo: VIA S. ANTONIO 24
38041 ALBIANO
Telefono: 3477641508
EMail: bandalbiano@libero.it
Web: www.banda-albiano.it
STORIA DEL CORPO BANDISTICO ALBIANO

Da notizie raccolte e anche secondo albino casetti (storia di Albiano) la banda nasce nel 1927 e fa la sua prima uscita alla processione del patrono S. Biagio nel febbraio di quell'anno; Gli strumenti e il berretto vennero acquistati dalla disciolta banda del circolo ferrovieri di Trento.

Il primo maestro è Agostino Addobbati roveretano di adozione che ha diretto altre bande in Trentino, resterà fino al 1932.

Altri maestri di passaggio da Odorizzi Giuseppe con l'aiuto di Nicolodi Costantino.

La banda si ferma per gli eventi bellici e riparte sotto la spinta del parroco pro tempore Don Virginio Lorenzi nel 1949 che della stessa ne diventa presidente e maestro; tempi eroici e tanto entusiasmo fanno partire la nostra ma dopo poco tempo viene guidata dal maestro Luciano Fumai anno 1949 e in processione si suona piu' volte il trio della marcia "Mater dei".

Nel 1951 si prova a fare tutto in casa e a guidare la banda c'e' Silvio Filippi di Albiano forte del corso tenuto a Trento con la Scuola Ceciliana; sarà la svolta che farà del complesso un banda nel vero senso della parola con i primi allievi e corsi per neofiti bandisti organizzati in loco.

Si vuole salire ancora e provare stimoli nuovi ed ecco nel 1968 l'arrivo del quotato e conosciuto maestro cav. Valerio de Concini che trasformerà nel vero senso della parola la banda in un complesso di primo ordine con nuovi allievi e strumentazione completa; si arriva ad un numero di 48 strumentisti, si suonano anche pezzi d'opera e marce da concerto con sinfonie di autori famosi, questo fino all'anno 1980.

La musica sta cambiando e anche i gusti dei bandisti e si decide per un maestro che cambi il repertorio indirizzandolo verso la musica moderna e così arriva il maestro Paolo Simoncelli primo diplomato in trombone a tiro in Trentino.

La banda affronta nuovi repertori con uscite di valore ance all'estero e arriva a contare il numero di 55 strumentisti.

Per alcuni anni la nostra è stata accompagnata anche da un gruppo di majorettes "Le blu flames”.

Nel 1990 la bacchetta passa per un periodo al maestro Ruggero Rossi che con impegno e tenacia continua il lavoro del suo predecessore.

Si sente il desiderio di cambiare e migliorare e il maestro dal 1992 al 1997 diventa Daniele Carnevali docente al conservatorio di Trento e compositore di fama internazionale una svolta che lascerà il segno nella vita del sodalizio: cura dei dettagli, intonazione, suono, partecipazione ai concorsi, e musica originale per banda una vera trasformazione; in sede arrivano maestri e compositori di fama europea come: Andrè Waignein, Jan Coober, Franco Cesarini, Jan Van Der Roost e altri.

Nel 1997 nasce la scuola musicale che sara' determinante per i nostri allievi e infatti sforna i primi diplomati che sono la linfa e il futuro della nostra associazione.

Il secondo posto al concorso internazionale di Brno il cd traguardi e altre trasferte di valore cambieranno per sempre la storia della nostra.

Arriva nel 1997 il nuovo maestro che resterà con noi venti anni fino al 2017 Marco Somadossi roveretano e allievo di Carnevali, diplomato in trombone e in direzione e strumentazione per banda ha diretto la banda Mascagni di Bolzano.

Fin da subito inizia un lavoro di affinamento, cura dei suoni e delle varie sezioni con prove singole e riscaldamento prima di ogni prova; cambia il modo di fare banda e ne cambierà la storia.

Il primo concorso a Moglia (MN) con il secondo posto, il terzo posto al flicorno d'oro di Riva nel 1999, nel 2004 la nuova sede prima in Trentino per la sua concezione e gioiello di acustica e studio tecnico, sarà determinante per il nostro futuro.

Nel 2006 concorso di Bertiolo (UD) con secondo posto.

Nel 2007 concerto con Antonella Ruggero, concerto e CD Trentino senza tempo in collaborazione con la rivista Amadeus e la cantante Tosca nel 2010, concerti con coro di Milano, coro filarmonico Trentino, solisti della scala, in collaborazione con la cassa rurale Lavis e valle di Cembra, all'auditorium e al teatro sociale di Trento, concerti con solisti e cori di montagna, cercando sempre novità musicali e nuove proposte per una banda diversa e moderna, una eredità importante e impegnativa che è stata raccolta dai primi del 2018 da nuovo maestro Giovanni Bruni diplomato in sax e strumentazione e direzione per banda al conservatorio di Trento già allievo del Carnevali e dello stesso Somadossi.

Ha diretto le bande di Tuenno suo paese natale e Andalo.

Con lui la banda intende continuare quel lavoro intrapreso dai suoi predecessori, per poter proporre un banda moderna e preparata.

Dopo la presidenza di Odorizzi Ruggero durata 28 anni ora il nuovo presidente del corpo bandistico Albiano è nella persona di Diego Ravanelli.